I dispositivi uomo a terra sono progettati per tutte le categorie di lavoratori a rischio (lavoratori isolati, security, industria pesante) e per chiunque necessiti di un dispositivo di sicurezza personale (anziani, donne, personale sanitario).

I dispositivi inviano un segnale di allarme attraverso la rete GSM (operano con una semplice SIM card) e sono “stand alone”, ovvero non necessitano di un’infrastruttura propria.

In questo modo l’allarme giunge ad altri soggetti che possono visualizzare l’allarme sui propri dispositivi ed intervenire.

  • Visualizzazione e monitoraggio degli allarmi
  • Accessibile da desktop e smartphone
  • Localizzazione outdoor e indoor ibrida ad alta precisione
  • Visualizzazione Google Maps “classica” o “satellite” e mappa personalizzata
  • Installabile sia su PC locale che in cloud
  • Report e storico degli allarmi
  • Visualizzazione dello stato del dispositivo
  • Retrocompatibile con tutti i modelli Twig

Localizzazione allarmi indoor

Il dispositivo è in grado di interfacciarsi con diversi apparati che permettono una localizzazione indoor, anche diversi tra loro.

Beacon proprietari: Radiofari a batterie che trasmettono via radio ai dispositivi Twig la loro identità e il loro stato.

Beacon Bluetooth: Radiofari a batterie (anche di terze parti) che trasmettono via bluetooth ai dispositivi Twig la loro identità

Access Point Wi-Fi: Apparati wireless già presenti nell’edificio, in grado di trasmettere via Wi-Fi la propria identità ai dispositivi Twig

Come funziona la localizzazione indoor?

In condizioni di stand-by il dispositivo Twig, al passaggio in prossimità del campo di azione di un Beacon/Access Point, registra il codice univoco di quest’ultimo e in caso di allarme lo trasmette al software, il quale è in grado di tradurre il codice in una posizione specifica sulla mappa indoor.

Localizzazione allarmi all’aperto

I sensori a bordo del dispositivo permettono allo stesso di rilevare ad intervalli configurabili la sua posizione con un’altissima precisione (errore massimo di due metri).

Il dispositivo Twig utilizza la tecnologia GNSS che, grazie alla ricezione a 48 canali, opera con le costellazioni GPS, GLONASS, Beidou e Galileo.

Come viene gestito l’allarme utilizzando il software?

Quando viene generato un allarme da un dispositivo uomo a terra, questo lo trasmette attraverso la rete GSM, insieme all’ultima localizzazione registrata. La posizione può essere visualizzata attraverso una piattaforma, che permette di identificare su una mappa l’origine dell’allarme, rendendo l’intervento dei soccorsi il più veloce e preciso possibile.

La piattaforma IrTrack di Irbema permette la localizzazione degli operatori visualizzandoli su supporto cartografico Google Maps. Il rilevamento della posizione è automatico ed è costantemente registrato dal dispositivo con una periodicità configurabile.

Il dispositivo è personalizzabile per trasmettere la posizione al verificarsi di eventi, come ad esempio in caso di allarme uomo a terra, non movimento, impatto e caduta.

Il software è lo strumento ideale per tutte quelle realtà che utilizzano diversi dispositivi Twig per visualizzare tutti gli allarmi su un unico terminale, in modo da supervisionarne l’utilizzo.

Hanno scelto i dispositivi Twig

Mitsubishi Electric, Edison, Cliniche Gavezzani, Marelli Motori, TechnoAlpin, Siemens, Anas, Salumificio F.lli Beretta, AccorHotels, IES – Italia Energia Servizi, Clariant, Flowserve, Mipharm, Autostrade per l’Italia, Gruppo Percassi, Hoffmann-La Roche, Ferrovie dello Stato, …

Contattaci per un preventivo





    Progetti

    Multinazionale Agricola

    Per meglio tutelare i propri dipendenti, la scelta dell’azienda è ricaduta sui dispositivi Twig Embody Mandown, equipaggiati anche con il sensore GPS.
    Il rilevamento della posizione dei dispositivi è basato su un sistema evoluto…

    Scopri il progetto