Radio ricetrasmittenti

Commercializziamo apparati radio ricetrasmittenti di marchi leader del settore che applicano standard rigorosi di innovazione, qualità ed eccellenza alle loro apparecchiature di radiocomunicazione professionale, in modo che gli utenti possano comunicare in modo sicuro. Progettati senza compromessi, gli apparati offrono una combinazione vincente di qualità e valore.

pmr-radio

Un apparato radio professionale per ogni applicazione

Dalle versioni entry level alle sofisticate varianti superiori, la gamma di radio ricetrasmittenti è costruita senza compromessi per offrire un audio forte e nitido grazie alla più recente tecnologia di riduzione del rumore.

Grazie alla costruzione di tipo professionale, le radio sono progettate per resistere agli ambienti più ostili, sono certificate IP68, MIL-STD e disponibili anche in versione Atex.

ICOM IP110H è disponibile anche in versione ATEX

Radio WLAN con uomo a terra ICOM IP110H

La nuova Radio WLAN con uomo a terra ICOM IP110H è una ricetrasmittente compatta e leggera che funziona su rete WiFi (2,4/5GHz) e può mettere immediatamente in comunicazione tutti i lavoratori dotati di un simile dispositivo con la sola pressione del pulsante PTT (Push-To-Talk), sotto copertura della rete Wireless LAN aziendale e quindi senza costi o canoni annuali.

In caso di emergenza o di infortunio, il lavoratore è pertanto in costante contatto con il team della propria azienda e può trasmettere allarmi (manuali o automatici), sia per l’invio di richieste di telesoccorso allertando rapidamente i soccorsi, sia per attivare sessioni di sicurezza che consentano un contatto più diretto con i responsabili e l’accertamento della condizione del lavoratore, attraverso la funzione uomo a terra e la funzione lavoratore isolato, tramite rilevamento automatico di movimento/stazionario.

Logo Atex

Disponibile anche
in versione ATEX

Il terminale portatile IP110H si inserisce nel sistema IP Advanced Radio System di ICOM composto da Remote Communicator IP100FS, Radio Controller IP1100CV e Gateway RoIP & SIP VE-PG4 e naturalmente reti Wireless LAN di terze parti.

Il Remote Communicator ICOM IP100FS è basato su PC e dispatcher software in ambiente Windows che permette:

  • chiamate voce e messaggi di testo libero e di stato precodificati, sia individuali sia di gruppo, con modalità cercapersone bidirezionale
  • l’ottenimento di informazioni sulla posizione di ciascuna ricetrasmittente, basandosi sull’identificazione degli Access Point WiFi a cui si collegano i terminali radio utilizzati (localizzazione indoor).

ICOM IP1100CV è il Radio Controller necessario per poter far funzionare in una rete WiFi i terminali portatili WLAN IP110H, che funge da server di provisioning automatico del sistema Wireless LAN, in grado di gestire i terminali. Questo dispositivo di networking permette inoltre di programmare “over-the-air” la configurazione delle radio IP110H quando si collegano alla rete.

Il Gateway RoIP & SIP ICOM, oltre alla funzione di Radio Controller in alternativa all’IP1100CV, è progettato per collegare e far interagire tra di loro radio PMR licenziate (VHF/UHF analogiche e digitali) terrestri, nautiche, aeronautiche e satellitari con telefonia VoIP e centralini IP-PBX, reti LTE (PoC), nonchè sistemi interfonici e citofonici. Gli allarmi provenienti dai terminali portatili potranno inoltre essere diramati verso sirene, sistemi di evacuazione sonora (EVAC), combinatori telefonici e gateway con gestione di ingressi/uscite per invio di messaggi telefonici vocali pre-registrati, notifiche SMS, email.

Scarica la brochure

Apparati radio ricetrasmittenti senza licenza PMR446

Gli apparati PMR446 (Personal Mobile Radio, 446 MHz) sono apparati radio portatili di libero uso e senza licenza che operano in banda UHF (446-446,2MHz).

Sono apparati radio ricetrasmittenti destinati ad un utilizzo collettivo in ambito privato e non vanno confusi con i sistemi PMR (Professional Mobile Radio o Private Mobile Radio), sistemi radio cosiddetti civili che utilizzano invece frequenze private in VHF o in UHF rilasciate dal MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) alle forze dell’ordine, agli enti pubblici e alle società.

La legge prevede che gli apparati PMR446 debbano avere l’antenna integrata e inamovibile, non possano comunicare mediante ponti radio/ripetitori di qualsiasi genere, ed eroghino una potenza massima di 500 mW.
La distanza massima di collegamento a livello stradale (H = 1,50 m) è di circa 5 km in assenza di ostacoli.
Salendo di altezza e sempre in assenza di ostacoli, la copertura ottica può aumentare considerevolmente fino a raggiungere distanze anche di decine di chilometri con una buona qualità del segnale.

I PMR446 sono disponibili sia nella variante analogica sia in quella digitale, permettendo quest’ultima comunicazioni riservate e riduzione del rumore ambientale per garantire una comunicazione chiara anche in ambiente rumoroso.
Sono disponibili 16 canali per i segnali analogici e 32 canali per quelli digitali.

Senza licenza

Con gli apparati PMR466 è possibile comunicare liberamente senza costi aggiuntivi sulle frequenze riservate

Comunicazioni versatili

Chiamata individuale, di gruppo e broadcast disponibili in modalità analogica e digitale

Qualità della voce

Tecnologia avanzata di riduzione del rumore ambientale per garantire sempre una comunicazione chiara e di qualità

Affidabilità

Apparati progettati e costruiti per gli utilizzi più estremi con protezione alla polvere e all’acqua IP68

radio-pmr

Apparati radio ricetrasmittenti PMR con licenza

Gli apparati PMR (Professional Mobile Radio o Private Mobile Radio) sono apparati radio portatili che consentono lo svolgimento di attività di comunicazione ad uso privato; non rientrano nel regime di autorizzazione generale e, pertanto, necessitano di specifica licenza rilasciata dal MISE (Ministero delle Sviluppo Economico).

Sono apparati radio ricetrasmittenti che presentano le caratteristiche tecniche e impiegano le bande di frequenze definite dal piano nazionale di ripartizione delle frequenze. La banda e la frequenza specifica viene attribuita dal Ministero a seguito della presentazione di un’apposita domanda. È previsto il pagamento di un contributo annuale per la vigilanza e il mantenimento della licenza.

Gli apparati radio possono erogare una potenza superiore rispetto ai PMR446, e comunicare mediante ponti radio/ripetitori; permettono quindi una maggior distanza di collegamento tra operatori e/o tra una sede centrale e gli operatori sul campo, e garantiscono che ogni comunicazione venga trasmessa in modo veloce e sicuro.

Prima di andar via...

Lasciaci un tuo recapito e ti ricontatteremo per una consulenza gratuita