Monthly Archives

Febbraio 2021

chiamata-infermiera-wireless-irbema

Chiamata infermiera wireless installabile in pochi minuti con Irbema

By | news | No Comments

Numerose Province del nostro Paese sono alle prese con l’arrivo della terza ondata della pandemia. La situazione di emergenza richiede soluzioni facili e pronte all’uso. Sistemi di chiamata infermiera wireless installabili in pochi minuti in grado di assicurare prestazioni efficienti, in modo da ridurre la pressione e il carico di lavoro per gli operatori di ospedali ed RSA.

Neat System Nurse Call: la piattaforma per la gestione dei residenti nelle strutture sanitarie

NEAT, con il suo sistema di chiamata infermiera wireless, permette la gestione dei pazienti in camera, fornendo loro assistenza abbinata a grande libertà di movimento. Il sistema, grazie all’ assenza di cablaggi, si attiva in breve tempo, riducendo al minimo, all’atto della sua installazione, il disagio del paziente all’ interno della sua stanza. Naturalmente, il sistema puo’ essere facilmente scalato con numeri anche significativamente molto diversi, grazie alla modularità delle sue componenti: è quindi possibile partire con sistemi di piccole dimensioni e servizi, adattandoli successivamente in maniera semplice e rapida.

NEAT si caratterizza per tutta una serie di moderne ed avanzate funzionalità le cui principali sono di seguito descritte.

Chiamata infermiera wireless Trex

Il sistema TREX offre una moltitudine di moduli radio, ognuno dei quali specializzato per una specifica attività. Accanto a quelli tradizionali (pulsanti letto, tiranti bagno..) se ne affiancano altri quali, giusto per citarne alcuni, pulsanti da polso, per il rilievo di cadute, sensori di allagamento, gas, incendio e tanti altriancora. Punti di riferimento per la gestione dei dispositivi sono il ricevitore TREX ed il PC dedicato con software per l’ analisi della qualità dei servizi.

Controllo varchi

Il sistema “D-POS dementia system” prevede il controllo dei pazienti che si avvicinano ad un varco senza autorizzazione. Il paziente, attraverso il suo trasmettitore da polso D ATOM o la sua CAVIGLIERA, avvicinandosi al varco controllato, trasmette la propria posizione alla infermiera. Il paziente quindi,grazie alle ridotte dimensioni e peso del suo trasmettitore da polso, viene controllato senza per questo rinunciare alla sua libertà di movimento.

Controllo paziente a letto

NEAT offre una soluzione in grado di rilevare il paziente che si allontana dal proprio letto e, dal quel momento, far partire un timer entro il quale permettergli di gestire le proprie necessità. Il timer, facilmente programmabile, si adatta alle condizioni del paziente ed alla sua scadenza, nel caso di mancato rientro, avvisa della situazione di possibile emergenza.

Integrazione con centrale telefonica per comunicazione anche con familiari esterni alla struttura

Il sistema si avvale di una moderna centrale telefonica IP, intimamente collegata alla chiamata infermiera ed a tutti i servizi NEAT. Grazie a questo, il residente può comunicare con l’ infermiera a seguito di pressione di un tasto sulla perella o sul trasmettitore a polso. Se opportunamente connessa alla rete telefonica esterna, e se attivato il servizio dalla Direzione, tale centrale permette al paziente di comunicare con i propri cari. Dal telefono consolle della capo sala, è permesso inoltre inviare annunci ad uno o tutti i telefoni della struttura.

Le funzionalità aggiuntive

Sensoristica Neat: Il sistema NEAT si avvale di innumerevoli sensori per offrire funzionalità quali, solo per citarne le principali, allarme bagno, allarme caduta, allarme di non movimento, allarme presenza gas, allagamento e molte altre ancora. Tra queste, vale la pena di ricordare la possibilità di gestire il paziente a casa grazie all’ausilio di specifici dispositivi di seguito brevemente descritti:

A DISPOSIZIONE DELL’UTENTE A CASA

  • NOVO ANALOG/IP/GSM: Il dispositivo da installare a casa dell’ utente caratterizzato da modelli in grado di operare su linea analogica, IP, GSM, in modo da adattarsi a qualunque infrastruttura esistente. Dotato di tecnologia wireless, è in grado di comunicare con tutti quei sensori utili alla sicurezza dell’ utente nella propria abitazione. Tipicamente, a seguito di una situazione di allarme, genera una comunicazione voce con il gestore dell’ emergenza.
  • NEMO GSM ALARM TRANSMITTER: Grazie alle sue ridotte dimensioni e peso, NEMO garantisce la tutela delle persone in mobilità. Dotato di allarmi manuali, no movement ed uomo a terra, rappresenta una soluzione affidabile e professionale. Il dispositivo può essere allarmato anche da pulsante da polso, di cui è disposto.
  • NEAT NOVO GO: (in arrivo entro giugno 2021) NOVO GO rappresenta la soluzione ultima attraverso cui tutelare gli utenti grazie ad un braccialetto progettato per la trasmissione di parametri vitali e quindi per la tele medicina. Il suo utilizzo è previsto entro i primi 6 mesi del 2021.

Per maggiori informazioni compila il nostro form o inviaci la tua richiesta a: info@irbema.com

 

 

evacuazione-sonora-stadio-roma

Evacuazione sonora: il nuovo impianto per lo stadio della capitale

By | news | No Comments

La situazione iniziale:

Lo stadio più importante e conosciuto d’Italia aveva la necessità di installare un impianto EVAC all’interno delle sale vip lounge per poter rispettare la normativa vigente. L’esigenza era quella di allestire un ambiente destinato ad accogliere i più importanti ospiti internazionali con un impianto di evacuazione sonora in grado di integrarsi perfettamente con un sistema di diffusione sonora di elevata qualità.

Per coprire al meglio un’area estesa suddivisa in dieci zone serviva un impianto potente capace di coprire lunghe distanze. Inoltre il progetto doveva assicurare anche la massima qualità nella diffusione del suono. Per rispondere a questa richiesta la scelta è ricaduta su Impact di 4Evac, un sistema di evacuazione sonora dotato di DSP (digital system processor). Impact è in grado di integrarsi in maniera naturale con i diffusori audio AD-C6T-VH di Qsc, assicurando numerosi vantaggi anche in termini d’installazione.

Evacuazione sonora 4Evac

Nei punti strategici della zona sono stati installati i moduli di espansione 4Evac-SW6 per ridurre al minimo il cavo e la posa in opera dell’impianto. Inoltre, grazie al microfono dotato di un intuitivo display touchscreen è stato possibile evitare l’installazione di pannelli di ripetizione come richiesto dalla normativa. Il display riporta infatti allarmi, guasti, stato centrale, oltre a dare la possibilità di vedere lo storico delle azioni eseguite dall’utente o dal sistema.

Impact-4evacDiffusori audio Qsc

La scelta è stata quella di installare 34 diffusori da soffitto Qsc, per rispettare la normativa secondo cui è possibile utilizzare solo diffusori certificati EN-54 per l’evacuazione sonora. L’impianto audio progettato da Irbema doveva garantire un’esperienza unica in termini di acustica ambientale. Per questo servivano speaker che garantissero una diffusione omogenea del suono in tutta la sala con elevati standard di qualità.

I diffusori da incasso AD-C6T-WH dotati di griglia magnetica rappresentavano la migliore soluzione per rispondere a tale esigenza. Questo grazie alla perfetta integrazione con l’impianto evac. La centrale di 4Evac Impact consente infatti di diffondere musica nella sala e di interromperla in caso di emergenza per attivare gli speaker in modalità evacuazione sonora. 

 

qsc-adc6twh

Fonte: www.qsc.com

Il risultato finale

Grazie all’esperienza di Irbema l’installazione e la configurazione dell’intero sistema ha richiesto una sola giornata. Inoltre la manutenzione dell’impianto è ridotta al minimo per il solo cambio delle batterie usurate. In questo modo una delle aree più esclusive dello stadio romano ha potuto rapidamente allinearsi alle normative vigenti senza rinunciare ad un’elevata resa sonora ed estetica.

Iscriviti alla Newsletter:

Ho preso visione dell'informativa e presto il consenso all’invio di newsletter informative.