Monthly Archives

Ottobre 2020

Sistemi di comunicazione per aree COVID-19

By | news | No Comments

Con il rischio di una seconda ondata e l’arrivo dell’influenza autunnale, le strutture sanitarie di tutta Italia si stanno attrezzando per allestire in poco tempo aree per pazienti in isolamento per COVID-19. Le aree in questione non sono progettate e pensate per essere utilizzate come le normali stanze dotate di impianti di chiamata infermiera, ma dovranno permettere la comunicazione o inviare allarmi in caso di necessità all’esterno di esse in modo rapido e veloce. Inoltre dovranno garantire il minor accesso possibile al loro interno di personale medico, per evitare la diffusione del contagio.

Le aree infatti dovranno essere monitorate e in stretto contatto, mantenendo la distanza tra gli ospiti e gli operatori sanitari.
Come è possibile attrezzare una struttura sanitaria in poco tempo per ospitare pazienti in aree COVID?

Soluzione 1: chiamata infermiera wireless

La prima soluzione per allestire aree COVID in poco tempo consiste in un sistema completamente wireless dove il personale medico viene dotato di un ricevitore (dispositivo mobile TREX di Neat) che è in grado di ricevere sul proprio display gli allarmi generati da moduli di chiamata, perelle oppure da braccialetti in dotazione ai pazienti che si trovano in isolamento.

In questo modo il personale sanitario può rimanere al di fuori delle aree COVID ed è in grado di intervenire in modo mirato, poichè sarà possibile consultare sul proprio dispositivo dove è stato generato l’allarme.

Il sistema in questo modo è in grado di limitare la permanenza dei medici al di fuori delle aree COVID, garantendo loro una maggior sicurezza circa il pericolo di contagiarsi stando a contatto con i pazienti.

Soluzione 2: comunicazione voce wireless

Mediante un kit pre programmato composto da un trasmettitore COBS TALK II e un qualsiasi ricevitore cordless già presente nella struttura ospedaliera, è possibile ad ogni singolo paziente comunicare con gli operatori sanitari oppure parlare con i propri familiari. Il grande vantaggio di questo sistema è la sua scalabilità e la garanzia di mobilità per gli operatori sanitari che possono ricevere le chiamate direttamente sul proprio dispositivo cordless. Il paziente rimane quindi all’interno dell’area COVID ma l’operatore può spostarsi liberamente all’interno della struttura e in caso di ricezione di richiesta di aiuto intervenire in modo rapido e mirato.

Il dispositivo COBS TALK II viene indossato come un pendente al collo del paziente: comodo e leggero (appena 35 grammi) il dispositivo ha al suo interno un altoparlante e un microfono per parlare in vivavoce con il personale medico con la semplice pressione di un pulsante. Il dispositivo è anche certificato IP56, in modo da essere sempre sanificabile e riutilizzabile in tempi brevi per essere dato ad altri pazienti ospiti di aree COVID.

Dispositivi ATEX per tutelare i lavoratori

By | prodotti | No Comments

Quando un lavoratore isolato si trova in difficoltà in un ambiente a rischio esplosione, è importante che sia equipaggiato con dispositivi capaci di comunicare in modo rapido ed efficace l’emergenza in atto. In questi casi la legge impone l’utilizzo di dispositivi ATEX per tutelare i lavoratori. Per questo Irbema si affida solo a partner di qualità, riconosciuti a livello internazionale come Twig ed Ascom, in grado di garantire alle aziende il rispetto delle norme vigenti in materia di salute e sicurezza dei lavoratori isolati (art. 45 T.U. 81/08).

Quali sono i migliori prodotti ATEX per ambienti a rischio esplosione? 


TWIG One Ex

Ingegnerizzati e prodotti interamente in Finlandia, i dispositivi TWIG sono da sempre riconosciuti per la loro affidabilità e sicurezzain ogni ambiente lavorativo

Tra i dispositivi ATEX per tutelare i lavoratori, sicuramente Twig One Ex è uno dei più avanzati oggi sul mercato. Questo dispositivo uomo a terra GSM è stato sviluppato per tutelare i lavoratori isolati in ambienti a rischio esplosione utilizzando la tecnologia GSM. Il dispositivo è dotato di allarme uomo a terra avanzato: mandown, non movimento, caduta e impatto violento. Il dispositivo poi è molto semplice e immediato da usare, grazie al pulsante SOS e ai sensori automatici che permettono chiamate one-touch o l’invio fino a 10 SMS a numeri preimpostati.

La connettività 2G/3G/4G consente l’utilizzo del dispositivo sia indoor che outdoor con un grado di precisione elevatissimo nella trasmissione dell’allarme e della posizione. In aggiunta a questo, il modulo SRD3 combina il segnale dei beacon BLE, beacon TWIG SRD e Access Point Wi-Fi per assicurare la massima accuratezza nella rilevazione della posizione all’interno degli edifici.

Facile da trasportare grazie alla clip integrata e alla sua leggerezza (89,5 grammi), il dispositivo uomo a terra di Twig è utilizzabile anche con i guanti da lavoro. La progettazione è stata fatta con in mente ogni condizione di lavoro possibile, anche le più difficili. Twig One Ex infatti, è certificato per l’utilizzo in Zona 1 e 2 a rischio esplosione ATEX oltre ad essere impermeabile come attestato dalla certificazione IP67. La resistenza agli urti e la potenza dei suoi altoparlanti studiati per essere utilizzati anche negli ambienti più rumorosi completano un prodotto di massima qualità sviluppatto dal marchio finlandese.

Ascom d81 Ex

I prodotti del marchio svedese Ascom sono tra i più sicuri e performanti sul mercato della comunicazione aziendale

La versione Atex del ricevitore DECT d81 di Ascom è un prodotto affidabile e robusto ideato per gli utenti professionali e perfetto per tutelare i lavoratori. Certificato IP65, il modello è disponibile nella versione Messenger e nella versione Protector; quest’ultima è dotata di funzionalità di allarme personale, man down, no movement, pull-cord e localizzazione per garantire la massima sicurezza dei lavoratori isolati. La doppia funzionalità consente all’utente di effettuare una chiamata e di inviare contemporaneamente un allarme. In questo modo la persona che invia l’allarme può essere individuata con elevata precisione e i messaggi possono essere inviati automaticamente ai ricevitori più vicini.

Il d81 resiste a pioggia, umidità e polvere, inoltre in caso di caduta il dispositivo è protetto dal robusto rivestimento in gomma di cui è dotato. Il design robusto unito ad un elevato livello di funzionalità e sicurezza lo rendono la scelta naturale per gli utenti che richiedono la massima qualità anche negli ambienti più difficili, come impianti industriali, stabilimenti e cantieri.

Ascom d81 Atex resiste sia al freddo che al caldo ed è regolabile per ridurre il rischio di emissioni radio che interferiscono con apparecchiature sensibili. La versatilità di questo dispositivo si unisce ad un’eccellente qualità del volume e della voce, elementi fondamentali per una corretta comunicazione anche nelle situazioni di maggior emergenza.

Per saperne di più scrivici a info@irbema.com oppure compila il form nella sezione contatti. Un nostro esperto risponderà a tutte le tue domande.

Iscriviti alla Newsletter:

Ho preso visione dell'informativa e presto il consenso all’invio di newsletter informative.